Il miglior materiale per fioriere e vasi per piante da esterno

Quando si è alla ricerca dei migliori vasi e fioriere per esterni abbiamo un’intera gamma di materiali tra cui scegliere e questo non è sempre un bene. Che sia plastica, vetro o materiali moderni creati in laboratorio, ogni pianta ma soprattutto ogni luogo hanno la loro fioriera adatta.

Ci sono molti fattori da considerare quando si acquistano vasi, ma in particolar modo dovremo essere in grado di scegliere il miglior materiale per il nostro tipo di piante. Per farlo bisogna capire come si comporta ogni materiale in una varietà di condizioni, come agenti atmosferici o esposizione ai raggi UV e considerare i costi di manutenzione di ogni materiale nel tempo in modo da non spendere più del necessario in riparazioni o sostituzioni. Per i vasi da interno è infatti tutto più semplice, ma invece cambia tutto quando dobbiamo considerare le fioriere da esterno, soprattutto se sono molto difficili da trasportare come le fioriere in cemento.

Quando si è alla ricerca dei migliori vasi e fioriere per esterni abbiamo un’intera gamma di materiali tra cui scegliere e questo non è sempre un bene.

Materiali per fioriere da esterno: i fattori da considerare

Quando si tratta di scegliere il materiale ideale per la fioriera, ecco alcuni concetti importanti da tenere a mente:

Altezza e larghezza: il materiale deve essere scalabile per adattarsi a piante di dimensioni grandi e piccole. Non tutti i materiali supportano fioriere di grandi dimensioni.

Peso: alcuni materiali sono leggeri e facili da installare, spostare e riorganizzare, anche con contenitori di grandi dimensioni (questo ad esempio non accade per le fioriere in cemento)

Forme e stile: questa fioriera si adatta al design del tuo giardino o terrazza? 

Posizione – le fioriere da esterno in aree ad alto traffico o non riparate, dovranno essere durevoli e prevedere una certa resistenza agli agenti atmosferici. Inoltre le fioriere in uno spazio commerciale devono sempre apparire pulite e professionali, non devono presentare muffe, arrugginire, scheggiarsi o presentare perdite.

Detto questo, quali materiali per fioriere ci sono?

Alcuni materiali sono leggeri e facili da installare, spostare e riorganizzare, anche con contenitori di grandi dimensioni.

I tipi di materiali: dalle fioriere in cemento e quelle in legno

Ci sono molti materiali diversi per fioriere sul mercato ma non avremo modo di confrontarli tutti. Ci interesseremo quindi dei due tipi più comuni per facilità di acquisto.

Fioriere in legno

Ci sono diversi tipi di contenitori per piante in legno. La maggior sono realizzati in legno pressato o legno resistente alla putrefazione. Una fioriera in legno non trattiene troppo bene l’umidità, il che significa che le piante avranno un buon drenaggio.

In poche parole: ottimo per piccoli progetti e case private, hanno un aspetto attraente in quanto il legno ha un bell’aspetto e si può dipingere o verniciare le fioriere in legno hanno un peso medio. È relativamente facile spostarli. Inoltre, si tratta di un materiale ecologico: un’alternativa naturale ai contenitori di plastica. Il legno però è vulnerabile agli agenti atmosferici e all’umidità che possono farlo marcire.  Gli svantaggi cominciano con una manutenzione elevata: le fioriere in legno richiedono cure frequenti come fasce o chiodi di metallo antiruggine ogni anno, il controllo di danni causati da agenti atmosferici e acqua e il ritocco di aree con eventuali scheggiature di vernice. Le fioriere in legno non durano a lungo. Anche se non si rompono, sono inclini a parassiti, marciume, spaccature.

Le fioriere da esterno in aree ad alto traffico o non riparate, dovranno essere durevoli e prevedere una certa resistenza agli agenti atmosferici.

Fioriere in cemento

Le fioriere in cemento sono un’altra bella opzione per piante di medie dimensioni. Hanno un aspetto funzionale che può sembrare antico e invecchiato, o freddo e industriale a seconda dei gusti. Per farla breve, le fioriere in cemento sono più pesanti rispetto ai vasi di terracotta ad esempio ma con la giusta manutenzione durano davvero a lungo. Queste fioriere da esterno sono realizzate nello stesso cemento utilizzato per gli edifici. Pertanto, una fioriera in cemento è robusta quanto un palazzo e può essere utilizzata di stagione in stagione. Inoltre, i vasi di cemento sono più difficili da rompere rispetto a qualunque altro materiale. Isolamento termico: questi vasi da esterno possono mantenere il terreno a una temperatura calda e stabile e offrono un certo grado di protezione dai raggi UV. Questo è adatto per piante provenienti da climi più caldi e protegge la radice da grandi sbalzi di temperatura. Le fioriere in cemento sono pesanti pertanto, sono adatte per piante di grandi dimensioni che necessitano di una certa stabilità.

Non è tutto perfetto però: il cemento è un materiale vulnerabile alle basse temperature. Quando arriva l’inverno, questo vaso non ha bisogno di accortezze. L’acqua può entrare nei pori del vaso e la sua espansione e costrizione può portare a crepe. La pesantezza rendere difficile lo spostamento delle fioriere da esterno quindi è meglio scegliere il posto adatto dove metterlo prima di acquistarne e installarne una.

Inutile dire però che la possibilità di modellarne la forma tramite stampi originali, rende le fioriere in cemento la migliore opzione per le tue fioriere da esterno.

Articoli della stessa categoria: